Notizie

Pmi: on line la guida europea all'eBusiness

L’evoluzione dell’universo dell’Information and Communication Tecnology (ICT) e di Internet in particolare ha giocato negli ultimi anni un ruolo sempre più rilevante nello sviluppo delle piccole e medie imprese, nella prospettiva dell’innovazione aziendale strategica e organizzativa. 

Ristrutturazione di grandi imprese in crisi - L. n. 166/2008

In data 27 ottobre 2008 è stata pubblicata, ed è entrata in vigore dal 28 ottobre 2008, la L. 27 ottobre 2008, n. 166 che ha convertito in legge, con modificazioni, il D.L. del 28 agosto 2008, n. 134, recante disposizioni urgenti in materia di ristrutturazione di grandi imprese in crisi.

Fiera di Tripoli: opportunita' per le imprese nella Giamahiria libica

"Vogliamo che il nostro piano di sviluppo industriale sia italiano": Con queste parole l'Ambasciatore libico in Italia, Abdulhafed Gaddur, ha espresso pubblicamente, nelle ultime ore, la volontà di rinsaldare i legami commerciali con l’Italia. Il primo grande banco di prova è rappresentato dalla Fiera internazionale di Tripoli, dal 2 al 12 aprile 2009, la rassegna annuale dedicata ai settori dei beni strumentali, dei beni di consumo durevoli e di largo consumo.

Con Improve le Pmi si valutano su Internet

Innovazione, questa sconosciuta. Se dovessimo condensarne il significato, fare innovazione significa lanciare nuovi prodotti e nuovi servizi sul mercato, ma anche inventare modelli di business e creare valore aggiunto per i clienti. Da oggi le piccole e medie imprese possono avvalersi di uno strumento telematico rapido, gratuito e riservato per valutare i loro assi nella manica e per recuperare il tempo ed il denaro perduto.

Principi contabili: nuove norme per il fair value se i mercati sono inattivi

In piena turbolenza internazionale, spinta delle istanze avanzate dal vertice Ecofin del 7 ottobre 2008, la Commissione Europea ha approvato le raccomandazioni dell’International Accounting Standards Board (comunemente conosciuto come IASB) sul calcolo del fair value in caso di inattività dei mercati. Il testo è stato pubblicato il 31 ottobre 2008.

Appalti: le potenzialita' e i vantaggi del nuovo avvalimento aperto

Tra le modifiche introdotte dal terzo decreto correttivo (D.Lgs. 152/2008) del Codice dei contratti pubblici (D.Lgs. 163/2006) vi è la soppressione del comma che consentiva alle stazioni appaltanti di limitare nel bando di gara l’avvalimento, cioè la facoltà per le imprese partecipanti di soddisfare la richiesta della stazione appaltante relativa al possesso dei requisiti di carattere economico, finanziario, tecnico, organizzativo, ovvero di attestazione della certificazione SOA, avvalendosi dei requisiti o dell’attestazione SOA di altri soggetti.

Piemonte: imminenti 2 bandi per servizi informatici innovativi

L'assessorato alle Politiche per l’Innovazione della Regione ha presentato due specifiche misure per il finanziamento di progetti per lo sviluppo di servizi informatici innovativi e per l’adozione delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione nelle imprese, con una dotazione finanziaria complessiva di 25 milioni di euro.

Fondi UE 2007-2013: spendere tutto o spendere bene?

Utilizzare al meglio i fondi europei per il Sud che rientrano nel piano 2007-2013 e concentrarli su settori specifici come le infrastrutture, le reti e l'energia. E’ questo l’intento comune del ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola e del commissario Ue per le Politiche regionali, Danuta Hubner, espresso pubblicamente in occasione della recente visita di quest’ultima in Italia.

DL 162/2008: ritorno della revisione prezzi per i lavori pubblici?

Con l’art. 1 del D.L. 23 ottobre 2008, n. 162 - Interventi urgenti in materia di adeguamento dei prezzi di materiali da costruzione, di sostegno ai settori dell'autotrasporto, dell'agricoltura e della pesca professionale, nonché di finanziamento delle opere per il G8 e definizione degli adempimenti tributari per le regioni Marche ed Umbria, colpite dagli eventi sismici del 1997, attualmente in fase di conversione in legge (il d.d.l. della legge di conversione è all’esame del Senato con il n. 1152), il legislatore è nuovamente intervenuto nella materia dell’adeguamento dei prezzi dei materiali da costruzione nell’ambito dei lavori pubblici, derogando, per i lavori eseguiti e contabilizzati nel 2008, alla disciplina ordinaria contenuta nell’art. 133 commi 4, 5, 6 e 6-bis del D.Lgs. 163/2006.

Imprese: perche' investire nelle relazioni con l'Ucraina

Ucraina: croce e delizia delle imprese italiane. Aumenta il potenziale di Kiev come fornitore per la nostra industria. Come sottolineato dall’osservatorio permanente sulle materie prime attivato presso l'Ice, sebbene in alcuni comparti (in particolare in quello delle commodities destinate alla lavorazione dei minerali non metalliferi e della ghisa), questo paese già rappresenti un’importante fonte di approvvigionamento, si profila sempre più interessante l’intensificazione delle nostre relazioni commerciali con il governo ucraino, soprattutto alla luce dei negoziati per l’ingresso nell’Unione Europea.

Materie prime: Brasile, un partner strategico per le imprese italiane

Nell’ultimo periodo il Brasile si è confermato una testa di ponte nel panorama dei fornitori di materie prime tanto per il mercato mondiale, quanto per quello italiano. Ad affermarlo è una recente analisi del neonato Osservatorio strategico sulle materie prime attivato presso l'Istituto Nazionale per il Commercio Estero.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.